News

Emergenza Terremoto Centro Italia

post site

08/24/2016

"Il paese non c'è più. Sotto le macerie ci sono decine di persone." (Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice)
Il bilancio delle vittime sale a 241 e il numero è destinato ad aumentare.

“Ciononostante, non rinunciamo a festeggiare il Eid”

gaza

08/23/2016

Quando Rawda - 10 anni - e Farah - 12- rimasero orfane durante il conflitto di Gaza, la nonna non esitò a prendersi cura di loro. Come tutte le nonne, a Um Alaa piace passare del tempo con le nipoti e vederle crescere, ma vorrebbe poter fare di più per loro.

World Humanitarian Day 2016

mohammed-in-syria-605x340

08/19/2016

Tutti i giorni il nostro staff in tutto il mondo fa sforzi incredibili, in circostanze davvero difficili, per portare aiuto dove c'è più bisogno.
Dalla Siria alle Filippine, dalla Bosnia al Mali, lo staff di Islamic Relief ci racconta le sue storie ispiratrici.

Qurbani Challenge 2016

850x567

08/16/2016

Eid Al Adha é la festivitá religiosa durante la quale i musulmani sacrificano un animale (pecora, montone, mucca, cammello) in memoria del nobile gesto del profeta Ibrahim che originariamente avrebbe dovuto sacrificare il proprio figlio Ismail.

La battaglia per Aleppo etichettata come “Vergogna dell’ Umanità”

RS57233_IMG_9901-scr

08/11/2016

Islamic Relief è una delle poche agenzie di aiuti rimaste operative ad Aleppo, la città siriana più popolata, che sta vedendo la sua più grande via di approvvigionamento bloccata.

Di seguito cinque ragioni per cui la battaglia per Aleppo è stata definita come "Vergogna dell'Umanità"

FAQs Qurbani

RS4156_Families after receiving Qurbani-scr

08/10/2016

Il Profeta Muhammad (PBSL) ha detto: " Non è un vero credente chi si riempie lo stomaco mentre il suo vicino soffre la fame." (Bukhari)

Risposte ad alcune delle domande frequenti sul Programma Qurbani di Islamic Relief.

Un padre, 13 figli e nessuna sicurezza

ramadan 2016 case study 2

06/23/2016

Zakareya Ali è un profugo siriano che ha lasciato la Siria nel 2012, dopo che i bombardamenti si sono intensificati vicino a casa sua ad Al-Raqqa. Fuggì con sua moglie e 13 bambini, cercando asilo in uno dei campi profughi in Bekaa. Prima della crisi, aveva la sua carriera e vivevano tutti insieme felici e al sicuro.

Um Ghazi è rimasta sola

4Y6A8743

06/17/2016

Secondo l'agenzia delle Nazioni Unite sono più di 150.000 le famiglie siriane che vivono in estrema povertà in Libano. Il numero di profughi siriani risiedenti all'interno dei confini libanesi ha superato il milione.