10 consigli per cogliere i benefici di Dhul Hijjah

Molte persone non sanno che i primi dieci giorni di Dhul Hijjah sono i migliori dell’anno. In effetti, sono persino meglio dei giorni di Ramadan! Il Profeta Muhammad (pbsl) disse: “Nessuna buona azione è migliore di quella compiuta nei primi giorni di Dhul Hijjah…” (Bukhari)

Pensi che avresti potuto fare molto di più durante il mese di Ramadan? Hai nostalgia di quel sentimento di vicinanza ad Allah (swt)?

Questi amati dieci giorni ci offrono un’altra opportunità per ottenere immense ricompense, il perdono dei nostri peccati e di raggiungere alti livelli di spiritualità, con il volere di Allah.

Dai un’occhiata ai nostri 10 consigli per cogliere i benefici di questo mese benedetto.

1. Preparati per il Hajj (il pellegrinaggio)

Una delle migliori azioni che si può compiere in questi dieci giorni è il pellegrinaggio.

Coloro che hanno vissuto questa esperienza conoscono la bellezza di entrare nello stato di Ihram, il viaggio a Mina e le preghiere benedette il giorno di Arafa. Hanno provato l’emozione di ramii al jamarat (pietre) e di fare il tawaf d’addio.

Quando decidi di compiere il pellegrinaggio, è importante imparare ciascuna delle fasi obbligatorie dell’ibadah (adorazione), le azioni della Sunnah e le invocazioni e suppliche.

Sfortunatamente, a causa della pandemia da Covid-19, il pellegrinaggio quest’anno non sarà possibile per milioni di fedeli. Tuttavia, possiamo imparare come si realizza questo sacro pilastro e prepararci per il futuro, nonché sfruttare al massimo i primi dieci giorni di Dhul Hijjah. Vogliamo aiutarti a trarre vantaggio da questi giorni benedetti e mantenere vivo lo spirito del Hajj. Quindi, abbiamo messo insieme una serie di risorse che possono esserti di grande aiuto.

2. Offri Sadaqa

Chiunque entrasse in contatto con il Profeta Muhammad (pbsl) finiva per beneficiare della sua gentilezza e generosità, così come erano anche i suoi compagni.

Abu Bakr (RA) donava tutto ciò che possedeva per aiutare i bisognosi. Come disse il Profeta Muhammad (pbsl):

“Nessuno di voi sarà un vero credente fino a quando non desidererà per suo fratello ciò che desidera per se stesso.” (Bukhari)

E’ relativamente facile offrire ciò che abbiamo. Ma se invece di acquistare qualcosa che vogliamo questo mese, come un nuovo dispositivo o vestiti, decidessimo di donare quei soldi a chi si trova in difficoltà?

La tua donazione non deve essere grande. Allah (swt) sa che quando la luce dell’Islam entra nei cuori dei musulmani, essi in maniera naturale cercano di aiutare chi ha bisogno. Quindi, ha permesso a chiunque di contribuire, anche solo con un sorriso!

Ciò che conta è l’intenzione, quindi offri ciò che puoi. Ad esempio:

  • Donazioni
  • Un sorriso
  • Il tuo tempo facendo volontariato

Scopri come la tua Sadaqa ti può salvare o come puoi impegnare il tuo tempo e approfitta di questo mese benedetto!

3. Digiuna

Come musulmani, ci viene indicato di digiunare durante i primi nove giorni di Dhul Hijjah, specialmente il nono giorno, il giorno benedetto di Arafa.

Il Profeta Muhammad (pbsl) disse:

“Il digiuno nel giorno di Arafat espia i peccati di due anni: quello passato e quello seguente.” (Muslim)

Quando rompiamo il digiuno, dovremmo sentirci grati ad Allah e dovremmo affrontare tutti i nostri atti di adorazione con equilibrio: tra paura e speranza, avere speranza e fiducia in Allah, ma anche non dare la sua misericordia per scontata, in modo da mantenere continuo lo sforzo per compiacerlo.

4. Pentiti

Facciamo tutti errori. Nessuno di noi è perfetto. Ciò significa che dobbiamo riflettere sulle nostre azioni e chiedere perdono ad Allah (swt).

Il Profeta Muhammad (pbsl) disse:

“Ogni figlio di Adamo è peccatore, ed il migliore tra coloro che commettono peccati è colui che si pente.” (Ibn Majah)

Pertanto, dovremmo dedicare del tempo a chiedere ad Allah (swt) di perdonare tutti i nostri peccati ed errori, quelli di cui siamo consapevoli e quelli di cui non lo siamo.

I pellegrini che potranno recarsi a La Mecca saranno in piedi il giorno di Arafa a chiedere perdono ad Allah. Possiamo fare lo stesso da casa. Proprio come i pellegrini fanno del loro meglio per migliorare la propria vita una volta che termina il pellegrinaggio e rientrano a casa, anche noi dovremmo impegnarci a cambiare in meglio.

Dovremmo scusarci con Allah (swt) con assoluta sincerità (istighfar) e con l’intenzione di non ripetere lo stesso errore (tawba).

E’ anche importante chiedere perdono e provare a correggere il proprio errore, nel caso in cui abbiamo danneggiato qualcuno.

Ricorda l’amore di Allah e combatti per un futuro più giusto:

“Dio ama coloro che si pentono e quelli che si purificano.” (Corano 2:222)

5. Dona la Zakat

Sfrutta al massimo le giornate benedette di Dhul Hijjah e adempi al tuo obbligo nei confronti di Allah (swt) purificando la tua ricchezza sotto forma di Zakat.

Come musulmani, Allah (swt) ci chiama a purificare la nostra ricchezza e offrire la Zakat ai nostri fratelli e sorelle bisognosi:

“[Coloro che fanno del bene sono quelli che] assolvono all’orazione e pagano la decima e fermamente credono nell’altra vita.” (Corano 31:4)

In questo momento, milioni di persone in tutto il mondo hanno urgente bisogno di assistenza. Uomini, donne e bambini vulnerabili hanno fame e sete ogni giorno.

Senza una casa calda e sicura, centinaia di migliaia di famiglie hanno difficoltà a sopravvivere.

La tua Zakat può aiutare a cambiare e salvare le loro vite. Scopri di più su come possiamo aiutarti a realizzare questo sacro pilastro.

6. Leggi il Corano

Approfittiamo di questi giorni per leggere e recitare il Nobile Corano. Il Profeta Muhammad (pbsl) disse:

“Chiunque legga una lettera del Corano avrà compiuto una buona azione. La ricompensa di una buona azione viene moltiplicata per dieci volte. Non sto dicendo che Alif (A) Lam (L) Mim (M) (una combinazione di lettere spesso citate nel Corano) è una lettera. Ma Alif è sicuramente una lettera, Lam è una lettera e Min è una lettera.” (Al-Tirmidhi)

Se una sola lettera del Corano equivale a dieci buone azioni, immagina quanto sia grande la ricompensa per aver letto tutto il Corano durante i giorni benedetti di Dhul Hijjah, i migliori giorni dell’anno!

Una volta che questo mese benedetto sarà finito, sforziamoci di continuare a leggere e recitare il Corano per il resto dell’anno. E’ una forma così meravigliosa di adorare Allah (swt).

Ricorda: queste parole sacre che pronunciamo testimoniano a favore o contro tutti noi. Leggiamo e avviciniamoci alla saggezza del Corano.

I benefici sono immensi. Leggendo il Corano puoi:

  • Comprendere la guida di Allah (swt)
  • Calmare la tua anima
  • Migliorare il tuo arabo (sarai persino ricompensato per provarci!)
  • Ottenere l’intercessione nel Giorno del Giudizio

Quindi, fai del Corano il tuo amico benedetto durante Dhul Hijjah!

7. Fai Dhikr

Sapevi che è Sunnah recitare il takbir (Allahu Akbar), tahmid (Alhamdulillah), tahlil (La ilaha ill-Allah) e tasbih (SubhanAllah) nei primi dieci giorni di Dhul Hijjah?

Ebbene sì! Dobbiamo recitare queste parole benedette nelle nostre case, per strada, in effetti, in tutti i luoghi in cui è permesso adorare Allah!

“per partecipare ai benefici che sono stati loro concessi; ed invocare il Nome di Allah nei giorni stabiliti, sull’animale del gregge che è stato loro attribuito in nutrimento.” (Corano 22:28)

E’ particolarmente importante recitare il Takbir di Shariq (9-13 di Dhul Hijjah).

Questo takbir dovrebbe essere recitato dopo le preghiere quotidiane, dal momento successivo alla preghiera del Fajr del 9 di Dhul Hijjah fino alla preghiera del Asr del 13 di Dhul Hijjah:

“Allahu Akbar, Allahu Akbar. Laa ilaaha illallahu wa Allahu Akbar. Allahu Akbar, Laa lillahil Hamd”

Allah è il più grande, Allah è il più grande. Non vi è Dio all’infuori di Allah ed Allah è il più grande. Allah è il più grande e ad Allah appartiene ogni lode.

Indipendentemente da ciò che stai facendo, cerca di ricordarti di glorificare Allah (swt), anche se stai lavorando, rilassandoti o prendendoti cura dei tuoi figli, è un modo semplice e immensamente benefico di adorarLo.

8. Ricorda qualcuno che ami

Quando perdiamo una persona a noi cara, vogliamo ricordarla e aumentare le sue buone azioni in vista del suo incontro con Allah (swt) il Giorno del Giudizio.

Offrendo Sadaqa Jariyah, puoi portare il ricordo di una persona importante e accrescere le sue buone azioni in sua memoria.

Il Profeta Muhammad (pbsl) disse:

“Quando una persona muore, le sue azioni finiscono, tranne per tre cose: Sadaqa Jariyah (una carità continua), una conoscenza da cui si ottiene beneficio o un figlio giusto che prega per lei.” (Muslim)

Quale regalo migliore della fonte di vita per eccellenza: l’acqua? Senza acqua non possiamo sopravvivere. Tuttavia, 785 milioni di persone non hanno accesso a questa risorsa vitale.

In diverse parti del mondo, intere comunità affrontano la siccità, i ragazzi sono costretti a bere acqua contaminata e alle ragazze viene negata l’istruzione, poiché devono trascorrere ore a procurare l’acqua da luoghi remoti.

Aiutali e dona loro il dono della vita: una fonte di acqua pulita e sicura per la loro sopravvivenza e per onorare una persona cara durante questo mese benedetto.

Ecco come la tua Sadaqa fornisce acqua potabile alle comunità bisognose

9. Compi buone azioni

Le buone azioni sono più amate da Allah (swt) nei primi dieci giorni di Dhul Hijjah rispetto a QUALSIASI altro giorno dell’anno. Allora perché non approfittare di questa benedizione e cercare di aumentare le nostre buone opere ogni giorno del mese e oltre?

Il Profeta Muhammad (pbsl) disse:

“Allah ha detto: ‘… le cose più care con cui il mio servo mi si avvicina sono quelle che gli ho ordinato’.” (Bukhari)

Allo stesso modo in cui ci sforziamo di realizzare le migliori opere a Ramadan o durante il pellegrinaggio, dobbiamo cercare di attuare questi valori ogni giorno, in preparazione per questi giorni benedetti.

Assicurati di rispettare il tuo fard (atti obbligatori) prima di iniziare le buone azioni volontarie. Naturalmente, dobbiamo assicurarci di adempiere a tutti i nostri obblighi nei confronti di Allah.

Ci sono molti modi per cogliere i benefici di questo mese. Perché non:

  • Pregare in congregazione con più persone
  • Aumentare le tue suppliche e pregare per chi ha più bisogno
  • Chiamare un amico, un parente o un vicino anziano o malato
  • Prenderti cura dei tuoi fratelli in modo che i tuoi genitori possano avere del tempo libero
  • Aiutare di più nelle faccende domestiche
  • Donare i tuoi vestiti o libri di cui non hai più bisogno in beneficenza

Ci sono molti modi con cui possiamo aiutare noi stessi e gli altri. Ricorda di seguire le misure di sicurezza per proteggere te stesso e gli altri dalla pandemia.

10. Offri una Udhiya

Nel giorno di Eid Al Adha, non c’è azione più cara ad Allah (swt) che fare un sacrificio. Dona una Udhiya e aiuta le persone bisognose in più di 30 paesi.

Il Profeta Muhammad (pbsl) è un modello ed esempio per l’umanità. Quale modo migliore per seguire i suoi insegnamenti che offrire un Qurbani, proprio come faceva lui stesso? Potresti offrirne anche due.

“Il Profeta (pbsl) ha sacrificato il bestiame per le persone della sua Ummah che non potevano farlo da sole e per le persone che hanno dato testimonianza di fede.” (Tabarani, Ahmed)

Ricorda, il tuo Qurbani potrebbe essere l’unica occasione in cui una famiglia bisognosa riceve carne durante tutto l’anno.

Islamic Relief distribuisce carne Qurbani alle comunità più vulnerabili in più di 30 paesi. Donando una Udhiya con Islamic Relief, puoi aiutare chi si trova in difficoltà in paesi come:

  • Somalia
  • Bangladesh (rifugiati Rohingya)
  • Turchia (rifugiati siriani)
  • Yemen

Il tuo sacrificio farà un’enorme differenza nella vita di una famiglia bisognosa durante i giorni benedetti del Eid.

Assicurati di sfruttare al meglio questi giorni importanti.

Cogli i benefici dei primi dieci giorni. Dona Ora