5 consigli spirituali per prepararsi a Ramadan 2021 (e 3 pratici bonus!)

Alhamdulillah, ancora una volta, Islamic Relief è qui per aiutarti a prepararti per Ramadan. Come lo scorso anno, Ramadan sarà un’esperienza unica, durante il mese di Ramadan, a causa della pandemia che stiamo vivendo. Ramadan 2021 lo passeremo per gran parte a casa, e ci farà sentire un po’ isolati dalle nostre famiglie allargate, dalla comunità e dalle moschee.

Date le difficoltà dello scorso anno, possiamo sfruttare Ramadan come un’opportunità per riflettere e come un momento di pausa. A pochi giorni da Ramadan, possiamo prepararci spiritualmente e in maniera pratica, per prepararci  nella miglior maniera possibile.

5 Consigli spirituali per prepararsi al Ramadan

Ramadan è molto più del limitarsi dal mangiare e dal bere. E’ anche: concentrarsi di meno sui desideri materiali terreni e concentrarsi maggiormente sulla fede. In questa maniera, Ramadan è un rinnovo spirituale, che ci ricorda di rallentare e ricalibrare ciò che è importante nelle nostre vite.

1. Le pulizie di primavera per aumentare la spiritualità 

Prima di iniziare il mese benedetto, si raccomanda di fare spazio alle benedizioni del Ramadan. Proprio come con le pulizie di primavera nelle nostre case, dobbiamo cercare di cancellare le cose superflue che ingombrano le nostre menti. Questo significa lasciare andare i rancori, la rabbia e le frustrazioni che ci opprimono facendo così spazio per sabr (pazienza), taqwa (pietà), e il calore di Ramadan. 

2. Imparare dall’ultimo Ramadan

Una volta raggiunto questo obiettivo, è importante considerare le cose che si ha rimpianto alla fine dello scorso Ramadan e utilizzarle per evidenziare le cose su cui si desidera concentrarsi quest’anno. Bisognerebbe avere circa tre obiettivi per il Ramadan. Questi dovrebbero essere chiari e praticabili in modo che si abbiano maggiori probabilità di raggiungerli. Per esempio, piuttosto che dire semplicemente che si spera di leggere l’intero Corano, bisogna pianificare un programma reale e fissare un obiettivo giornaliero per la lettura, tipo 10 minuti dopo ogni preghiera. 

3. Visualizzare il miglior Ramadan 

Da qui, bisogna chiedersi come sarebbe il miglior Ramadan per noi. Noi tendiamo la maggior parte delle volte ad accontentarci, ma questo benedetto mese è il momento ideale per spingerci oltre, per superare noi stessi e trasformare questo mese in qualcosa di sorprendente. 

Questo significa integrare gradualmente nuove abitudini nel nostro tempo, come l’aumento del dhikr (ricordo di Dio), la preghiera volontaria e la riflessione sulla nostra fede. Costruire queste abitudini in anticipo rispetto a Ramadan può essere utile. Puoi tenere traccia dei tuoi obiettivi tramite l’agenda che abbiamo creato per te.

4. Perfeziona ciò che è obbligatorio

Quando integriamo le abitudini spirituali volontarie nella nostra routine, dovremmo anche assicurarci di compiere correttamente le nostre preghiere quotidiane obbligatorie. Questo va oltre la semplice preghiera, bisogna fare uno sforzo per pregare in tempo e con maggiore riflessione. Importante è il significato di specifici versetti e soffermarsi può aiutarci a connetterci meglio con le nostre preghiere. 

Prima ancora di iniziare la preghiera, bisogna fare wudu (abluzione) sia come purificazione fisica che mentale. Ci sono molte pratiche simili che possiamo adottare leggendo il Corano, è qualcosa che dovremmo gradualmente aumentare in preparazione di questo mese e oltre. Connettersi veramente con il significato delle parole che si stanno leggendo è un passo importante per beneficiare pienamente dei versi del Corano. 

5. Non dimenticare di purificare la tua ricchezza 

Infine, la carità è una parte importante della nostra fede, come musulmani. In queste prossime settimane, è fondamentale aumentare la nostra carità e calcolare la Zakat.  Il Ramadan è un buon momento per i musulmani di dare il contributo con la Zakat, come tutte le buone azioni, anche questa si moltiplicherà durante questo periodo. Quest’anno è stato difficile per molte famiglie della nostra comunità; è buono considerare di donare al banco alimentare locale e coinvolgere i vicini di casa in una grande raccolta di cibo di quartiere.  

3 Consigli pratici per prepararsi a Ramadan

Oltre alla preparazione spirituale, ci sono una serie di azioni pratiche che si possono fare prima di Ramadan. Fare piccoli cambiamenti nelle nostre abitudini quotidiane può a lungo andare prepararci sia mentalmente che fisicamente ad affrontare in miglior modo le prossime settimane. 

Questi piccoli cambiamenti possono includere il ridurre la nostra caffeina per evitare quei mal di testa difficili da astinenza. Questo può significare assumere una tazza in meno di caffè o tè, andando a ridurre così la quantità effettiva quotidiana.  Ridurre l’uso dei social media può anche essere utile, lasciando più tempo per l’auto – riflessione e la consapevolezza della propria fede. 

1) Prepara la tua casa

Puoi anche modificare il tuo spazio in preparazione al Ramadan. Questo mese benedetto è molto più che un digiuno solo fisico; si tratta di coltivare una mentalità di spiritualità e l’ambiente in cui viviamo può certamente svolgere un ruolo importante in questo. Soprattutto ora che stiamo passando più tempo a casa, questo può essere ancor più utile. Decorare la casa può essere un evento emozionante per tutta la famiglia, un aiuto per un buon auspicio a questo mese benedetto. 

2) Preparare il cibo come mezzo di connessione

Un altro modo per coinvolgere tutta la famiglia è la preparazione dei cibi tradizionali. Per esempio, preparare Samosa nelle settimane prima di ogni Ramadan permette che siano pronte per gli iftar. Ora che siamo tutti a casa durante la pandemia, è buono approfittare di questi momenti come opportunità per preparare insieme cibi preferiti.  

Quando si prepara il cibo per l’iftar, è buono considerare di mettere da parte qualcosa per la propria famiglia allargata e per i vicini. Anche se impossibilitati a trascorrere questo tempo tutti insieme, consegnare cibo gli uni agli altri può essere un buon modo per rimanere connessi. C’è una barakah incredibile nella condivisione di cibo, soprattutto verso una persona a digiuno. 

“Il Messaggero di Allah, la pace e la benedizione sia su di lui, ha detto: Chi aiuta a rompere il digiuno di una persona che digiuna, avrà la stessa ricompensa di lui senza diminuire nulla dalla ricompensa della persona che digiuna.“ (hadith)

3) Attenzione ai protocolli Covid-19

Nelle prossime settimane, è anche importante continuare a rispettare le regole e le restrizioni stabilite. Questo è vitale per garantire la salute della comunità in modo da poter vivere un prossimo benedetto Ramadan InshAllah. 

Ci stiamo avvicinando ad un momento in cui potremmo presto essere vaccinati, ma fino ad allora, bisogna essere pazienti e fare la propria parte per prevenire la diffusione di COVID-19. 

Risorse pronte per il Ramadan da Islamic Relief 

Per aiutarvi a prepararvi meglio a questo mese benedetto, Islamic Relief ha messo insieme alcune risorse per voi e le vostre famiglie. 

Mentre ci avviciniamo a questo benedetto mese, Islamic Relief augura a voi e a tutti i vostri cari un Ramadan sicuro e appagante.

Abu Hurayrah ha riferito che il Profeta (ﷺ) ha detto, “Chi osserva i digiuni durante il mese del Ramadan per fede sincera, e sperando di raggiungere la ricompensa di Allah, allora tutti i suoi peccati passati saranno perdonati”.

(Al-Bukhari e musulmano)