65€ possono fornire un pacco alimentare ad una famiglia per un mese
130€ possono fornire un pacco alimentare a 2 famiglie per un mese
195€ possono fornire un pacco alimentare a 3 famiglie per un mese
Inserisci un altro importo

Ogni anno Islamic Relief, implementa il programma di Ramadan, che ha come obiettivo la distribuzione di aiuti durante tutto il mese benedetto. Parte degli aiuti forniti sono i pacchi cibo. 

Questo programma stagionale, offre l’opportunità a molte persone vulnerabili in tutto il mondo, che non hanno la sicurezza di avere un pasto, di ricevere un pacco alimentare per il mese di Ramadan. 

Crediamo che uscire dalla povertà e costruire comunità forti sia possibile solo quando ogni individuo assume abbastanza sostanze nutritive da poter condurre una vita sana e produttiva.

Questo Ramadan puntiamo a distribuire pacchi alimentari in 33 paesi del mondo e di raggiungere circa 1.6 milioni di beneficiari.  

Con soli 65 euro, puoi fornire un pacco cibo ad una famiglia 

Distribuzioni in Italia

Quest’anno, durante il mese di Ramadan, gli aiuti alimentari verranno distribuiti a quasi 700 famiglie bisognose, presenti sul territorio italiano. Alcune delle città interessate sono Milano, Torino, Brescia, Bologna, Roma e Verona. La distribuzione avverrà in collaborazione con alcuni partner locali, tra cui le moschee. 

Anche negli anni precedenti, Islamic Relief, si è impegnata a rispondere alle esigenze dei più bisognosi in Italia. 

Nel 2020, dall’inizio della diffusione in Italia dell’epidemia da Covid-19, il team di Islamic Relief si è mobilitato per rispondere a questa grave crisi, raggiungendo più di 1.728 famiglie vulnerabili in Italia.

E nel 2018, siamo riusciti a distribuire 1.000 pacchi alimentari, con il coinvolgimento di più di 20 realtà benefiche, fra associazioni ed altri, raggiungendo diversi target. Ma l’attenzione di Islamic Relief Italia non è andata solo alle famiglie, ma anche a chi, precluso della sua libertà, si trova a dover vivere in case di reclusione, quasi 400 detenuti hanno ricevuto un aiuto alimentare.

Il contenuto dei pacchi cibo

I nostri uffici sul campo garantiscono che gli alimenti soddisfino la dieta locale, ma contengono comunque alcuni alimenti di base come: riso, grano, lenticchie, olio. Altri alimenti che spesso sono inclusi sono: zucchero, pesce in scatola e datteri. 

Il peso medio di un pacco cibo è di 33kg. Laddove la malnutrizione e l’insicurezza alimentare sono prevalenti, le quantità dei pacchi cibo vengono aumentate per garantire il sufficiente apporto nutrizionale. Un pacco cibo copre le esigenze alimentari di una famiglia fino ad un mese.

 

Processo di approvvigionamento

Gli uffici sul campo, seguono un processo rigido per l’approvvigionamento, per garantire ai beneficiari aiuti di qualità. Vengono pubblicati annunci  pubblici in modo che i fornitori possano presentare le loro offerte. Ai fornitori vengono fornite specifiche riguardanti peso, alla qualità e al tipo di prodotti alimentari richiesti per garantire che le offerte siano della qualità e della sostanza richieste. 

Una volta selezionati i fornitori, si avvia il processo di acquisto dei prodotti per poter distribuire i pacchi cibo ai più bisognosi. 

Selezione dei beneficiari

Il Ramadan è un periodo di alta attività di beneficenza, per questo al fine di evitare di duplicare la distribuzione degli aiuti, è fondamentale la cooperazione con le entità e le istituzioni locali, per identificare le comunità che non sono servite da progetti di assistenza alimentare. 

La Sadaqa durante Ramadan

Durante il mese di digiuno è fortemente incoraggiata la sadaqa. Dare da mangiare alle persone, al termine della giornata di digiuno (iftar sa’im), è un atto spirituale molto gratificante secondo la tradizione e gli insegnamenti islamici. Viene riportato che il Messaggero di Allah (PBSL) abbia dichiarato:

“Chi aiuta a rompere il digiuno di una persona che digiuna, avrà la stessa ricompensa di lui (che ha digiunato) senza diminuire nulla dalla ricompensa della persona che digiuna”. [Sunan An-Nasaa’i] 

Dona ora e aiutaci a rompere il digiuno dei più bisognosi in 33 paesi questo Ramadan

Domande Frequenti

Cos'è il Ramadan?



Ramadan è il nono mese del calendario lunare islamico, è un mese di benedizione e di misericordia, in cui i musulmani di tutto il mondo digiunano dall’alba fino al tramonto.

I musulmani adulti e sani digiunano durante il mese del Ramadan dall’alba al tramonto. Ciò include l’astenersi dal bere, dal mangiare, dagli atti immorali e dalla collera. Durante il mese sacro vengono incoraggiate ancora di più adorazioni come la preghiera, la lettura del Corano e la carità.

Quanto dura il mese di Ramadan?



Il Ramadan dura 29 o 30 giorni, questo perché la durata dei mesi, dipende dal calendario lunare, che è di circa 10 o 11 giorni più corto del calendario gregoriano che è comunemente usato.

Quando inizia Ramadan 2022?



Le date esatte del mese di Ramadan cambiano ogni anno, in quanto il calendario islamico si basa sui cicli della luna. Per questo motivo, il mese di Ramadan retrocede di circa dieci giorni ogni anno. Ramadan inizia ufficialmente quando finisce il mese islamico di Sha’ban. Pertanto, il mese di Ramadan dell’anno 2022 inizia il 2 aprile.

*Le date sono provvisorie e verranno confermate con l’avvistamento della luna nuova.

Quando finisce Ramadan 2022?



Eid al-Fitr è la celebrazione musulmana che segna ufficialmente la fine di Ramadan. L’ora esatta si basa sull’avvistamento della Luna. Eid al-Fitr inizia ufficialmente all’inizio del mese islamico di Shawwal. Pertanto, quest’anno Ramadan termina il 2 maggio 2022.

*Le date sono provvisorie e verranno confermate con l’avvistamento della luna nuova.

Quando si celebra il mese di Ramadan in Italia nel 2022?



Poiché il calendario islamico si basa sul ciclo lunare, il sacro mese di Ramadan retrocede di circa dieci giorni ogni anno. Quest’anno, Ramadan 2022 dovrebbe iniziare sabato 2 aprile 2022 e terminare sabato 2 maggio 2022, a seconda dell’avvistamento della luna*.

*Le date sono provvisorie e verranno confermate con l’avvistamento della luna nuova.

Cosa succede se interrompi il digiuno durante il mese di Ramadan?



Se hai saltato qualche giorno di digiuno per necessità, e non riesci a recuperare i giorni persi successivamente, devi pagare la Fidya. Eventuali altri giorni di digiuno mancati, dovranno essere recuperati. Per ogni giorno di digiuno interrotto deliberatamente ed inutilmente, secondo il madhhab Hanafi, dovrai recuperarlo e pagare la Kaffara. Per i madhhab Hanbali e Shafi’i, dovresti recuperare il giorno di digiuno e pagare la Kaffara qualora fosse stato interrotto a causa di relazioni coniugali.

Cosa significa "Ramadan Kareem"?



Il significato di Kareem è generoso/nobile. Il Ramadan è un mese in cui Allah perdona, benedice e premia i musulmani senza limiti.

Ramadan Kareem significa Ramadan il mese generoso. Ed è un’espressione che viene utilizzata per accogliere e augurare il mese del Ramadan dai musulmani in tutto il mondo.

Quando si termina il digiuno a Ramadan?



Ogni giorno durante il Ramadan, i musulmani iniziano il digiuno all’alba dopo aver consumato il primo pasto della giornata (Suhoor/Sehri), dopodiché viene recitata la preghiera del Fajr.

Il digiuno non viene interrotto fino al tramonto con il pasto chiamato Iftar ed è seguito dalla quarta preghiera del giorno, Maghreb.

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA