Ramadan è un mese di purificazione spirituale per i musulmani, in cui si cerca di incrementare gli atti di culto, le buone azioni e gli atti caritatevoli. Gli ultimi dieci giorni e notti hanno un significato ancora più importante, poiché Allah vi mostra grande misericordia per la sua creazione. Sono un’occasione per beneficiare delle immense benedizioni di Ramadan e cercare salvezza prima della fine del mese.

 

 

Alla ricerca di Laylatul Qadr

Laylatul Qadr, la notte del destino e del potere, è una delle notti più sacre del calendario islamico. Si svolge negli ultimi dieci giorni di Ramadan ed è stata la notte in cui il Corano è stato rivelato al Profeta Muhammad (pbsl). Per Ramadan 2022 Laylatul Qadr sarà la notte tra il 27 ed il 28 aprile.

Si crede anche che sia la notte in cui Allah mostra grande misericordia per la Sua creazione e la notte in cui viene decretato il destino.

Allah (swt) dice nel Corano: “La Notte del Destino è migliore di mille mesi” (97:3). Il Profeta (pbsl) disse: “Chiunque preghi Laylatul Qadr con fede e sincerità, gli saranno perdonati tutti i suoi peccati passati” (Bukhari e Muslim).

Pregare sinceramente per chiedere perdono, recitare il sacro Corano, Inviare salawat (benedizioni) sul Profeta e fare preghiere facoltative (nawafel) sono esempi di atti di adorazione benefici in queste notti.

La data esatta di Laylatul Qadr è sconosciuta, anche se si pensa che si verifichi in una notte dispari degli ultimi dieci giorni di Ramadan. Il Profeta Muhammad (pbsl) disse: “Cercala nelle ultime dieci notti, nelle notti dispari” (Bukhari e Muslim).

Quando Aisha (che Allah si compiaccia di lei) chiese al Profeta (pbsl): “O Messaggero di Allah, se fosse Laylatul Qadr, allora quale dovrebbe essere la mia supplica?”, egli rispose con in famoso duaa: “Allahumma, innaka afuwwun karimun, tuhibbu al-aswa fa’afu anna” – “O Allah, invero sei Perdonatore e Generoso, ami perdonare, quindi perdonaci.”

Eseguire l’i’tikaf

Molti musulmani scelgono di trascorrere gli ultimi dieci giorni di Ramadan in isolamento (i’tikaf), per concentrarsi sull’adorazione di Allah, astenendosi dal coinvolgere gli affari mondani. E’ un momento per riflettere, aumentare le proprie adorazioni e la propria conoscenza religiosa, attraverso la ricerca della vicinanza di Allah (swt).

Secondo la sunnah, si rimane in isolamento per dieci giorni, tuttavia il minimo può essere un giorno ed una notte. L’I’tikaf è una grande opportunità per riconnettersi con Allah in solitudine. E’ anche il momento per iniziare buone pratiche religiose che possono essere portare avanti durante tutto l’anno.

Questo isolamento di solito si svolge in moschea, ma con le moschee chiuse quest’anno a causa della pandemia in corso, le famiglie musulmane stanno designando degli spazi appartati in casa, liberi da rumori e distrazioni.

Offrire la sadaqa durante le ultime dieci notti

Gli ultimi dieci giorni di Ramadan sono un’opportunità per ottenere molteplici ricompense offrendo la sadaqa a coloro che ne hanno bisogno per compiacere Allah (swt).

Le ricompense dell’offrire la propria sadaqa durante Ramadan sono moltiplicate per 70 e la ricompensa di ogni buona azione durante Laylatul Qadr equivale ad aver compiuto la stessa per oltre 83 anni!

Il Profeta (pbsl) disse: “La Sadaqa estingue il peccato come l’acqua estingue il fuoco” (Tirmidhi). Ha anche detto che Allah offre sollievo nel Giorno del Giudizio a coloro che donano la sadaqa: “L’ombra del credente nel Giorno della Resurrezione sarà la sua carità” (Tirmidhi).

Dona generosamente prima della fine di Ramadan ed aiutaci a dare sollievo alle vite che sono state dilaniate da guerre, carestie e disastri naturali. Sii misericordioso con l’umanità, perché Allah possa essere misericordioso con te.

Dona oggi ed aiutaci a salvare e trasformare vite.

 

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA