Servizi igienici e articoli per l’igiene in Sudan del Sud

Islamic Relief Sudan del Sud ha fornito vari articoli relativi all’igiene come secchi, sapone, lavandini e kit per la dignità ai residenti di Lianya e Yei. Circa 6.000 persone hanno beneficiato di kit per l’igiene e 1.000 donne hanno ricevuto kit completi per la dignità.

Con una piccola donazione regolare puoi aiutarci a continuare a cambiare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. ABBONATI ORA ad Islamic Relief, e cambia il mondo.

Uno spiraglio di luce per il Sudan del Sud

In Sud Sudan, i tentativi di recuperare i propri mezzi di sussistenza dopo la firma di un accordo di pace nel settembre del 2018 hanno ridato speranza alla popolazione. Mentre si avvicinava la formazione di un governo di transizione, migliaia di persone in tutto il paese sono tornate ai propri villaggi di origine, secondo L’UNHCR e l’OIM.

La distribuzione di articoli per l’igiene è stata effettuata attraverso un progetto che mira ad alleviare la difficile situazione, aumentando la resilienza e riducendo la vulnerabilità delle persone colpite dal conflitto. Ciò avviene grazie al potenziamento del nostro sostegno umanitario nei settori di salute, sicurezza alimentare, acqua e servizi igienici, igiene.

Lerda Ziona Santino, consigliera della Chiesa episcopale del Sud Sudan a Lianya, è una delle beneficiarie di questo programma. “Come madre, è deplorevole e doloroso vedere i propri figli soffrire la condizione di profughi in Uganda”. Sebbene le agenzie umanitarie abbiano intensificato gli interventi per cercare di soddisfare i loro bisogni primari, il settore sanitario ha subito una battuta d’arresto dopo che sono state segnalate gravi malattie a Yei. Le strade poco accessibili e l’incertezza ostacolano il trasferimento di pazienti in condizioni critiche, fino a causarne, a volte, persino la morte.

La signora Santino è molto dispiaciuta per la situazione umanitari a Lianya, e paragona il conflitto ad un vulcano, venuto a distruggere le generazioni future. E prosegue: “Il ritorno della popolazione ha aumentato la richiesta di alloggi e servizi di base, ma soprattutto di una pace duratura”.

L’obiettivo principale di questo progetto è alleviare la sofferenza e ridurre la vulnerabilità degli sfollati interni, dei rimpatriati e delle comunità ospitanti colpite dal conflitto nel Bahr el Ghazal occidentale (Wau) e nella regione equatoriale centrale (Yei e Lianya). Ha inoltre consentito l’accesso all’assistenza sanitaria di base ed al supporto nutrizionale nelle aree selezionate, il miglioramento dei servizi di salute per le mamme ed il supporto di donne incinte e donne vittime di violenza di genere, l’accesso a supporto nutrizionale per bambini malnutriti (da 6 a 59 mesi), donne in gravidanza ed in fase di allattamento e anziani.

Allo stesso modo, si è lavorato per fornire un maggiore accesso all’acqua potabile attraverso la perforazione e riabilitazione di pozzi, il miglioramento delle condizioni igieniche all’interno dei campi per sfollati interni e delle comunità ospitanti attraverso la riabilitazione delle latrine e la fornitura di kit igienici e sessioni di sensibilizzazione. Inoltre, abbiamo fornito assistenza alimentare e formato la comunità di sfollati interni e quella ospitante per migliorare la produzione agricola.

Con una piccola donazione regolare puoi aiutarci a continuare a cambiare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. ABBONATI ORA ad Islamic Relief, e cambia il mondo.