Kenya

Il 46% della popolazione del Kenya vive al di sotto della soglia di povertà. Gravi siccità hanno portato alla scarsità di cibo e acqua, lasciando molte famiglie vulnerabili alla malnutrizione. Migliaia di animali sono morti, lasciando senza accesso al cibo quelli che si affidano ad essi per sfamarsi.

Kenya: una crisi crescente

La crescente crisi della siccità in Kenya è stata un colpo devastante per le numerose persone vulnerabili che vivono nelle aree settentrionali, nord-orientali e costiere del Paese, che ora stanno vivendo uno dei peggiori cicli di siccità degli ultimi decenni.

Per i milioni che dipendono in gran parte dall’agricoltura per il reddito, la siccità è un duro colpo per i mezzi di sussistenza. Più di 1,4 milioni di mucche, pecore, capre e cammelli sono morti, causando un calo della produzione di latte, a meno della metà dei livelli normali.

Con il numero di animali in rapido declino, molte persone sono state costrette a lasciare le proprie case in cerca di pascoli, cibo e acqua.

Attualmente, 2.9 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare e aiuti umanitari urgenti.

Islamic Relief sta fornendo a migliaia di famiglie colpite dalla siccità, che si trovano in zone remote, un aiuto finanziario per aiutare le persone nelle aree remote. Tuttavia, l’entità della crisi in corso è inimmaginabile e molti persone stanno faticando e lottando per sopravvivere.

Islamic Relief in Kenya

Islamic Relief opera in Kenya dal 1993, sostenendo gli orfani attraverso il programma di sostegno degli orfani per fornire a molti dei bambini del Kenya opportunità per un futuro migliore.

Durante la crisi alimentare del 2011 in Africa orientale, abbiamo risposto fornendo acqua potabile e cibo, oltre a fornire supporto medico essenziale.

A causa dei cambiamenti climatici, la siccità sta diventando sempre più comune. Islamic Relief aiuta le famiglie a ridurre il rischio di siccità attraverso mezzi di sussistenza che possono sopravvivere alla mancanza di acqua, offrendo una soluzione a lungo termine alla fame di fronte alla siccità:

La maggior parte degli agricoltori sono pastori, che dipendono dagli animali, che non possono sopravvivere senza acqua. Li aiutiamo a piantare colture e ortaggi che possono sopravvivere alla siccità.

La risposta di Islamic Relief in Kenya

Serre

Le serre sono perfette per coltivare ortaggi in zone prive di fiumi, dove l’acqua proviene dai pozzi e può essere trasportata alla serra. Questo non solo aiuta a sfamare le famiglie keniane, ma le verdure in eccesso possono essere vendute al mercato e ricavarne una fonte di reddito

Bestiame

Abbiamo vaccinato 360.000 animali contro le malattie che scoppiano quando la siccità o le inondazioni indeboliscono il loro sistema immunitario, aiutandoli a sopravvivere a futuri disastri e aiutando gli allevatori a monitorare le malattie del loro bestiame

Nuovi posti di lavoro

L’agricoltura non è l’unico modo per guadagnarsi da vivere in Kenya: è possibile produrre artigianato e altri oggetti da vendere. Queste attività non dipendono dalle piogge, quindi sono perfette per il Kenya colpito dalla siccità; formiamo donne e giovani con queste competenze e forniamo loro sostegno finanziario per avviare le loro nuove attività.

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA