Gli attacchi a Hodeida mettono a rischio la vita di milioni di yemeniti

Islamic Relief si sta preparando per intervenire nello Yemen per affrontare il possibile aumento significativo della sofferenza e delle situazioni di sfollamento a causa della devastante escalation di violenze a Hodeida del 13 di Giugno.

 

A rischio il porto di Hodeida: ancora di salvezza per milioni di yemeniti

Il porto di Hodeida è un’ancora di salvezza per oltre 20 milioni di persone, la maggior parte delle quali ha bisogno di assistenza umanitaria, a causa dei tre anni di conflitto. Islamic Relief sta incrementando i suoi sforzi attraverso il rifornimento di cibo essenziale – dando priorità a bambini e donne incinte -, acqua pulita e servizi igienico-sanitari e attraverso un’assistenza sanitaria di emergenza. Stiamo anche valutando come possiamo aiutare gli sfollati a causa dell’attuale situazione a Hodeida.

Il responsabile della regione mediorentale per Islamic Relief, Dr Ahmed Nasr, dice:

“Questo attacco è stato lanciato durante gli ultimi dieci giorni di Ramadan, considerati tra i più sacri dell’anno per i musulmani di tutto il mondo. Migliaia di persone in Hodeida e milioni in tutto lo Yemen hanno celebrato il Eid con la consapevolezza che questo conflitto non avrà una fine. Le ostilità da tutti i lati devono fermarsi. La comunità internazionale deve intervenire per ridurre il conflitto, garantire che non ci siano ulteriori perdite di vite ed evitare il peggioramento di una situazione già catastrofica.”

Coordinando l’intervento di Islamic Relief a Hodeida, Salem Jaffer Boabid è estremamente preoccupato per l’impatto che gli ultimi attacchi avranno a lungo termine sulle operazioni di aiuto delle ONG che lavorano nel paese.

“Lo Yemen sta subendo un conflitto da più di tre anni. Agenzie come Islamic Relief hanno lavorato sotto una costante minaccia di morte, subendo un attacco dopo l’altro contro una popolazione civile che era già tra le più povere della regione. Stiamo ancora lavorando su vie alternative per supportare chi ha perso la propria casa, collaborando con agenzie locali e con l’ONU per dare sollievo a più persone possibili.”

“Le agenzie di aiuti internazionali hanno bisogno che il porto di Hodeida rimanga aperto, in quanto è l’ancora di salvezza del paese. La sua chiusura paralizzerebbe tutti gli sforzi di soccorso, condannando effettivamente a morte più di 20 milioni tra uomini, donne e bambini.”

Islamic Relief è sul campo in Yemen dal 1998. Dall’inizio del conflitto, nel 2015, abbiamo lavorato in 19 dei 22 governatorati del paese, consegnando aiuti ad aree impenetrabili per altri, come cibo, acqua e sanitari, fornendo assistenza medica, prendendoci cura degli orfani e fornendo corsi di formazione professionale ai giovani.
Ma possiamo ancora fare di più. Dobbiamo fare di più. DONA ORA e aiutaci a salvare vite.

 

 

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA