60€ possono aiutare 2 bambini a combattere la malnutrizione
90€ possono aiutare 3 bambini a combattere la malnutrizione
120€ possono aiutare 4 bambini a combattere la malnutrizione
Inserisci un altro importo

Africa orientale: oltre 20 milioni di persone stanno affrontando gravi carenze alimentari

Il rischio di carestia sta devastando la vita di intere comunità in tutta l’Africa orientale. La siccità nella regione, una delle peggiori della storia recente, ha sradicato raccolti e mezzi di sussistenza, colpendo in particolare modo: Somalia, Etiopia e Kenya.

E i livelli della fame continuano ad aumentare.

Oltre 20 milioni di persone non sapranno da dove arriverà il loro prossimo pasto quest’anno, poiché devono far fronte a gravi carenze dei raccolti a causa della siccità. Di conseguenza, si prevede che milioni di bambini soffriranno di malnutrizione.

Tre stagioni delle piogge fallite hanno ucciso la maggior parte del bestiame in tutta la regione, lasciando molti senza i loro mezzi di sussistenza.

Dona ora all’emergenza per l’Africa Orientale e aiutaci a salvare vite umane

Una persona muore di fame ogni 48 secondi in Africa orientale

La fame nella regione ha causato sfollamenti interni di massa, con famiglie che adottano misure disperate per sopravvivere, partono con solo i vestiti addosso in cerca di cibo e acqua. Le donne e le ragazze che non hanno altra scelta che camminare per chilometri per recuperare l’acqua da punti idrici funzionanti corrono un rischio crescente di esposizione a violenze e abusi sessuali. Anche le barriere all’accesso umanitario in tutta la regione dovute al conflitto rappresentano una minaccia per la sopravvivenza degli sfollati.

Il recente conflitto in Russia e Ucraina ha messo a dura prova circostanze già disastrose, poiché i prezzi dei beni come il petrolio e il grano sono aumentati vertiginosamente.

Con la situazione destinata a peggiorare ulteriormente, milioni di persone hanno un disperato bisogno del tuo aiuto. Quando la crisi colpisce, sono necessari sia un aiuto immediato che soluzioni a lungo termine per aiutare a salvare vite umane.

I disastri climatici, sempre più frequenti come questo, e un sistema ingiusto esacerbato dall’impatto del Covid-19, colpiscono in modo sproporzionato le comunità più vulnerabili del mondo, intrappolandole nel ciclo della povertà.

Islamic Relief è sul campo a distribuire cibo, acqua e ripari essenziali, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto per sostenere le decine di migliaia di persone che stanno cercando di sopravvivere a queste terrificanti circostanze.

Dona ora e aiutaci a salvare vite umane in Africa Orientale

Una persona muore di fame ogni 48 secondi in Africa orientale

Somalia: il 90% dei distretti del Paese colpiti dalla siccità

La Somalia è tra le aree più colpite dalla siccità. Al momento, quasi il 90% dei distretti del Paese (66 su 74) è stato colpito dalla siccità e circa 4.3 milioni di persone hanno un disperato bisogno di rifornimenti.

Secondo le Nazioni Unite, 271.000 persone in Somalia sono state costrette ad abbandonare le loro case nel disperato tentativo di raggiungere cibo, acqua e pascoli, esponendosi a pericoli.

Violenza di genere, focolai di malattie dovute alla mancanza di accesso a strutture igienico-sanitarie, mancanza di rifugi, sono sono alcune delle difficoltà che affrontano le centinaia di migliaia di persone che abbandonano la propria casa in cerca di cibo e acqua.

La regione sta affrontando la più lunga sequenza di cicli di siccità dal 1981; questo è un momento di sorprendente difficoltà per la popolazione somala. Carenza di cibo e acqua, conflitti prolungati, shock climatici, focolai di malattie e l’impatto socioeconomico del Covid-19 nel corso degli anni, hanno costretto milioni di persone a situazioni impossibili.

È necessario fornire aiuti umanitari urgenti alle comunità che affrontano la fame tutte le problematiche correlate alla carenza di cibo e acqua, allo sfollamento e a molte altre cose.

Islamic Relief opera in Somalia da 15 anni e i suoi team stanno lavorando instancabilmente per rispondere all’attuale crisi. Dona ora e aiutaci a salvare vite

Etiopia: 400mila persone stanno morendo di fame

Oggi giorno, una delle crisi alimentari più estreme del mondo sta avendo luogo in Etiopia. L’ONU stima che 13.6 milioni di persone hanno un disperato bisogno di assistenza alimentare.

Una delle aree più colpite dalla crescente crisi di siccità è Borena, nella regione di Oromia, che condivide il confine meridionale con il Kenya. Lì, 69.000 animali da allevamento sono morti a causa della siccità, tagliando i mezzi di sussistenza e le provviste a migliaia di persone che non hanno nessun altro a cui rivolgersi per sopravvivere.

In aggiunta alle già terribili circostanze, la regione settentrionale continua ad essere uno dei luoghi più pericolosi per le operazioni umanitarie.

Il conflitto nella regione settentrionale del Tigray alla fine del 2020 ha messo in atto blocchi che impediscono al cibo e alle medicine essenziali di raggiungere le persone bisognose. Di conseguenza, purtroppo centinaia di migliaia di persone muoiono di fame.

Attualmente, il numero di persone colpite non è chiaro, a causa dell’accesso limitato alla regione, ma ciò che è sicuro è che la situazione è grave. Attualmente, oltre 5 milioni di persone nella regione stanno affrontando carenze alimentari, mentre circa 400.000 persone stanno affrontando una vera e propria carestia.

Islamic Relief è una delle poche organizzazioni internazionali che fornisce cibo e altri aiuti agli sfollati nella regione settentrionale di Afar, colpita dal conflitto, con piani per estendere il proprio intervento anche nella parte meridionale della regione.

Per favore, dona ora e aiutaci a raggiungere migliaia di persone che hanno un disperato bisogno di noi

Kenya: una crisi crescente

La crescente crisi della siccità in Kenya è stata un colpo devastante per le numerose persone vulnerabili che vivono nelle aree settentrionali, nord-orientali e costiere del Paese, che ora stanno vivendo uno dei peggiori cicli di siccità degli ultimi decenni.

Per i milioni che dipendono in gran parte dall’agricoltura per il reddito, la siccità è un duro colpo per i mezzi di sussistenza. Più di 1.4 milioni di mucche, pecore, capre e cammelli sono morti, causando un calo della produzione di latte, a meno della metà dei livelli normali.

Con il numero di animali in rapido declino, molte persone sono state costrette a lasciare le proprie case in cerca di pascoli, cibo e acqua.

Attualmente, 2.9 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare e aiuti umanitari urgenti.

Islamic Relief sta fornendo a migliaia di famiglie colpite dalla siccità, che si trovano in zone remote, un aiuto finanziario per aiutare le persone nelle aree remote. Tuttavia, l’entità della crisi in corso è inimmaginabile e molti persone stanno faticando e lottando per sopravvivere.

Per favore, dona ora e aiutaci a raggiungere chi ha disperatamente bisogno di noi

Islamic Relief è sul campo

Islamic Relief è presente nella regione da più di 15 anni, lavorando per fornire soluzioni sostenibili e meccanismi di risposta ai ricorrenti cicli di siccità che si verificano nell’area. Tuttavia, la frequenza e l’intensità della siccità stanno lasciando queste comunità senza il tempo necessario per riprendersi, tra un disastro e l’altro.

Ecco perché Islamic Relief ha bisogno del tuo urgente sostegno per fornire l’aiuto di cui queste persone hanno bisogno per sopravvivere.

Pozzi, micro-dighe e nuovi sistemi di irrigazione implementati da Islamic Relief nel corso degli anni stanno fornendo cambiamenti reali alle comunità locali, cambiando le loro vite. Tuttavia, con centinaia di migliaia di persone che fuggono verso risorse limitate, la crisi è ancora tangibile e vasta, e Islamic Relief ha bisogno del tuo aiuto per fornire aiuti urgenti, come cibo, riparo e acqua.

Per favore, dona ora e aiutaci a salvare vite

© Copyrights 2024 Islamic Relief Italy, Inc. Tutti i diritti riservati. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA