Il mio sogno è di poter dare da vivere ai miei figli

Wesam è un agricoltore della striscia di Gaza meridionale. Guadagnarsi da vivere come agricoltore è un lavoro molto duro in ogni parte del mondo, ma ancor di più a Gaza. La sua serra è stata colpita durante i continui bombardamenti e le piante di peperoni che aveva piantato quattro mesi prima sono state distrutte.

Aiutaci ad aiutarlo. Dona ora


Wesam, 32 anni, Governatorato di Rafah

Ho perso la mia unica fonte di reddito a causa dei bombardamenti. I miei raccolti sono stati danneggiati, così come la serra, e parte del terreno non è più fertile.

Non avrei mai immaginato che la mia serra sarebbe stata bombardata e che avrei perso i miei mezzi di sussistenza in un batter d’occhio.

Ho speso tutto il mio tempo e le mie energie nel mio piccolo appezzamento di terreno, ogni giorno dopo la preghiera del Fajr, mi recavo nella serra per curare il mio raccolto. Mi piaceva stare lì e vedere le piantine crescere giorno dopo giorno.

Mio fratello ci lavorava con me ed eravamo in grado di sostenere due famiglie. Lavoravamo sodo con quello che avevamo e non avevamo bisogno di chiedere aiuto a nessuno. Vendevamo il nostro raccolto al mercato ed eravamo in grado di provvedere alle nostre famiglie.

Coltivavo meloni, cetrioli e pomodori, ma ora non saremo più in grado di vendere nulla al mercato. Quest’anno avremmo dovuto vendere anche i peperoni dolci, purtroppo è andato tutto distrutto.

Quattro anni fa, Wesam ha potuto beneficiare del programma Murabaha (finanziamento islamico) di Islamic Relief, per realizzare la sua serra.

Ho creato questa serra con l’aiuto del finanziamento di Islamic Relief, e ora sono preoccupata di saldare i miei debiti. Temo che non sarò in grado di rimborsare tutto il finanziamento perché non abbiamo altre fonti di reddito.

Quando ho visto la serra dopo il bombardamento, ho provato tristezza e depressione. Non potevo sopportare di vedere tutti i raccolti e lo stato in cui erano. Quando sono andata a controllare, sono tornato con un profondo dolore che mi stava divorando il cuore.

Dopo che i bombardamenti si sono fermati per un po’, ho pensato tra me e me che sentirsi depressi avrebbe portato al fallimento, quindi sono tornato nella serra per aggiustare quello che potevo. La distruzione è stata massiccia, la plastica si è sciolta, i resti dei razzi sono rimasti nella serra e i gas tossici dei missili continuano ad esserci. L’intero raccolto era distrutto, dovevo ricominciare da capo.

Sono determinato a ricominciare, ma so che non posso riabilitare questa serra da sola. Ho subito una perdita di circa € 5000, una grande somma per me, più di quanto possa risparmiare.

Spero che Islamic Relief mi aiuti e mi sostenga in modo da poter riparare questa serra e ricominciare il lavoro.

Tutti hanno sogni, alcuni hanno grandi sogni e alcuni hanno piccoli sogni. Il mio sogno è solo quello di poter dare da vivere ai miei figli.

Aiuta famiglie come quella di Wesam a ritrovare i propri mezzi di sussistenza. Dona oggi o avvia una donazione mensile.