L’IPCC lo conferma: le nostre peggiori paure, ora sono realtà

Un nuovo rapporto delle Nazioni Unite, sostiene che il disastro climatico può ancora essere evitato, se i leader mondiali ascoltano la scienza e agiscono velocemente.


“Le nostre peggiori paure ora sono realtà, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) conferma che la minaccia del cambiamento climatico è parte del nostro presente. Il mondo è devastato dai disastri climatici, uno dopo l’altro, inondazioni in Germania e in Sudan, incendi nell’Europa meridionale e in Turchia, siccità e carestia in Madagascar, Afghanistan, Somalia ed Etiopia, e questo solo per citarne alcuni. 

Il riscaldamento globale è causato dalle emissioni di gas serra che risultano dalle attività dall’uomo che causano il cambiamento climatico globale contribuendo alla carestia e alle migrazione su larga scala.

Il rapporto dell’IPCC sottolinea che il “disastro” deve essere un campanello d’allarme per tutti noi. La minaccia del cambiamento climatico è reale; i pericoli sono imminenti e il futuro sarà catastrofico!

“La scienza ha dimostrato che l’impatto del riscaldamento globale si sta già verificando e colpisce duramente le comunità più povere del mondo. Il mondo deve ridurre le emissioni dei gas serra del 45-50% entro il 2030 e raggiungere lo zero netto entro il 2050.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha affermato che il rapporto dell’IPCC è un “codice rosso per l’umanità”.

“Islamic Relief vede in prima persona le conseguenze delle inondazioni e della siccità che stanno devastando le comunità più vulnerabili in tutto il mondo. Stiamo assistendo alla morte di persone a causa della mancanza di azione per affrontare il cambiamento climatico.

Ora più che mai esortiamo la leadership globale a fare la cosa giusta e ad agire rapidamente per ridurre i danni”.