Nuove ostilità riaprono cicatrici psicologiche di una Gaza già sotto assedio

Sulle ultime ostilità riaccese a Gaza, il direttore di Islamic Relief, Muneeb Abu-Ghazaleh, ha dichiarato: “Islamic Relief è estremamente preoccupata per la recente escalation di violenze nella striscia di Gaza e le conseguenti vittime tra i civili e danni alle infrastrutture.”

Una popolazione esausta

“Mentre accogliamo con favore il cessate il fuoco entrato in vigore stamattina, è assolutamente necessario che la pace sia mantenuta e che i civili non vengano solo protetti ma supportati per garantire che possano vivere in pace e dignità.

Le condizioni di vita a Gaza si stanno deteriorando da anni a causa dei cicli infiniti di violenza – di cui i recenti attacchi sono solo l’ultimo round.

Ogni volta che si ripete un attacco, la vita si interrompe di nuovo: ai bambini viene impedito di andare a scuola e le cicatrici psicologiche dei conflitti precedenti riemergono in superficie. I bambini con cui lavoriamo sono mentalmente e fisicamente esausti, e non hanno vie di fuga.

Negli ultimi giorni le scuole hanno dovuto chiudere e gli ospedali si sono trovati ad affrontare una pressione ancora maggiore. Coloro che soffrono di disabilità sono i più colpiti.

Non ci sono abbastanza forniture mediche o medici per far fronte al bisogno e più del 40% dei farmaci essenziali sono completamente esauriti. Ogni giorno diventa più difficile per i residenti ottenere le autorizzazioni necessarie per accedere a cure mediche altrove.

A peggiorare le cose, vi è un tasso di disoccupazione alle stelle ed un deterioramento degli standard di vita. L’insicurezza alimentare non è mai stata un problema a Gaza, ora due terzi delle famiglie in città dicono di non essere sicuri di poter avere del cibo in tavola.

Nonostante le esigenze aumentino, il sostegno dei donatori internazionali non tiene il passo. Abbiamo urgente bisogno di intensificare il nostro sostegno alla popolazione di Gaza e di fare il possibile per aiutare i bambini ad andare a scuola, fornire medicine e materiale essenziale agli ospedali in modo che possano curare i feriti ed i malati e garantire che le persone possano avere una vita dignitosa e possano assicurarsi che le loro famiglie non vadano a letto affamate.”

Aiutaci ad alleviare il dolore delle famiglie a Gaza. Dona Ora

Nota: Islamic Relief opera a Gaza dal 1999 e negli anni ha aiutato centinaia di migliaia di persone, attraverso assistenza medica, servizi educativi, formazione e sostegno ai mezzi di sostentamento, ed assistendo gli sfollati interni tramite pacchi alimentari, kit igienici ed articoli essenziali per la casa durante le emergenze.