Riscaldamento globale, dovremo cambiare radicalmente modello di vita. 

Possiamo notare facilmente l’aumento di eventi meteorologici eccezionali – come siccità, alluvioni, tornado e uragani, ma sono in corso anche fenomeni meno evidenti o meno facilmente riconducibili al cambiamento climatico, come migrazioni di massa, aumento di conflitti e di epidemie, specialmente in paesi dove già è fragile l’equilibrio fra ecosistemi semi desertici e popolazioni che crescono sempre di più.

Il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici ha pubblicato un rapporto sul contenimento della crescita media della temperatura attorno a 1,5°C.

Ogni frazione di grado conta. Mirare a 1,5°C anziché a 2°C è altamente probabile che sia la differenza tra la vita e la morte per molti.

Le persone stanno già morendo, i raccolti sono già minacciati, gli ecosistemi marini e terrestri stanno morendo ed il cambiamento climatico sta interessando tutti.

Tagliare le emissioni che causano il cambiamento climatico significa proteggere le persone, il nostro ambiente e le nostre economie.

L’azione ritardata è troppo pericolosa per essere presa in considerazione, poiché gli impatti climatici devastanti minano l’economia globale e minacciano l’umanità stessa.

Abbiamo la comprensione scientifica, la capacità tecnologica ed il denaro per affrontare i cambiamenti climatici. È compito dei governi utilizzare questi strumenti per rafforzare i loro impegni in materia di clima nel 2018.

Nell’Islam, all’umanità è affidata la cura della Terra. Il cambiamento climatico sta danneggiando profondamente la Terra e alcuni dei suoi abitanti più vulnerabili. Agendo e chiedendo ai governi di aumentare i loro impegni, possiamo adempiere alla nostra responsabilità di ripristinare l’ordine e l’equilibrio naturale.

“Il cambiamento climatico è la più grave minaccia per l’umanità. Essendo recentemente tornato dall’Africa orientale, ho potuto vedere l’impatto che un clima mutevole ha sulla vita delle persone. Islamic Relief sta lavorando duramente per aiutare le comunità ad adattarsi a periodi più lunghi di siccità in paesi come il Kenya e l’Etiopia, ma possiamo fare di più. La reazione climatica di oggi è un chiaro invito all’azione: dobbiamo ridurre le nostre emissioni il prima possibile per salvare vite nei paesi più colpiti “.

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla nostra newsletter
ErrorHere