Tutela dei bambini in Africa

27 Gennaio 2015
Islamic Relief, assieme ad altre organizzazioni internazionali, sono a lavoro per lo sviluppo di una strategia per la salvaguardia dei bambini in Africa.

Islamic Relief è l’unica organizzazione musulmana ad aver partecipato con due stimolanti riflessioni ispirate dai valori islamici. La nostra specialista dell’infanzia, Leila Fasseaux, ha detto: “Siamo determinati a fare in modo che i bambini possano godere del diritto alla dignità personale e di protezione dagli abusi. Un approccio islamico può enormemente migliorare la vita di alcuni dei bambini più vulnerabili. Siamo felici di aver condiviso le nostre conoscenze alla in questa conferenza.”

Durante la prima sessione abbiamo collaborato con un’organizzazione cattolica (CAFOD) per risolvere alcune delle problematiche che sorgono a livello delle comunità promuovendo opportunità per la tutela del bambino in istituzioni di fede cattoliche e musulmana, come le madrasse (scuole religiose) e le chiese.
Abbiamo esaminato questioni come i meccanismi di segnalazione delle persone bisognose e gli standard educativi, così come le barriere culturali che possono incontrare i bambini riguardo la segnalazione degli abusi. Abbiamo sottolineato questo aspetto ovvero la necessità per gli insegnanti di avere una formazione adeguata per individuare gli abusi sui minori e per sostenere i bambini vulnerabili.

Durante la seconda sessione, ci siamo concentrati sulle nostre esperienze di lavoro nelle comunità di fede islamica in tutta l’Africa. Islamic Relief Sud Africa ha condiviso studi di casi di protezione infantile che sono attualmente in atto.
Ha spiegato Elsadig Sidieg: “La fede ha un ruolo fondamentale nella vita delle comunità con cui lavoriamo ed è quindi indispensabile che la fede porti a prospettive di confronto su questioni come le pratiche dannose che mettono così tanti bambini a rischio di abusi.”

“Per questo motivo, abbiamo esaminato questioni come la violenza domestica, le punizioni corporali, il matrimonio precoce e l’infibulazione.”, ha aggiunto la nostra specialista Neelam Fida. “Abbiamo capito come gli insegnamenti islamici sostengano il bambino conferendogli benessere e Drew, dalla nostra esperienza, coinvolgerà i leader religiosi per affrontare questi problemi.”

Inoltre, abbiamo preso parte a una serie di sessioni di conferenza laterali. Queste ci hanno permesso di promuovere l’apprendimento e la condivisione dell’esperienza con i maggiori esperti su temi chiave come responsabilizzazione dei bambini.

Le prospettive future sono più che positive soprattutto grazie al confronto e allo scambio di idee con le altre organizzazioni umanitare internazionali.
Più che fieri di aver fatto parte di questo progetto.

 

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Iscriviti alla nostra newsletter
ErrorHere