Grazie al vostro sostegno per i sistemi idrici di Islamic Relief, molti bisognosi in tutto il mondo stanno festeggiando la Giornata Mondiale dell’Acqua.

Le vostre donazioni hanno fatto sì che, solo lo scorso anno, Islamic Relief abbia dato accesso a quasi 183.000 persone a risorse vitali quali acqua potabile e servizi igienici – ed inoltre stiamo lavorando con le comunità vulnerabili in tutto il mondo per raggiungerne molte altre.

Tra i beneficiari ci sono le comunità della regione semi-arida del Sahel in Africa, che è stata duramente colpita dagli effetti dei cambiamenti climatici. La necessità di acqua potabile sicura è una priorità urgente per molte famiglie.

Islamic Relief ha lavorato con le comunità della regione, utilizzando tecnologie sostenibili ad energia solare per risolvere i problemi di accesso all’acqua in Niger e Mali. Oggi, in quelle comunità, la presenza di acqua potabile sta arrestando la diffusione di malattie, supportando i mezzi di sostentamento e dando ai bambini il tempo e la possibilità di andare a scuola.

Nella Giornata Mondiale dell’Acqua, le persone locali condividono il modo in cui le loro vite sono state trasformate:

“Nel villaggio quasi tutti i bambini hanno avuto malattie permanenti agli occhi ed infezioni intestinali. C’era solo una pompa dell’acqua ed era molto lontana da casa nostra. Non appena abbiamo iniziato ad usare acqua da fonti sicure e a lavarci le mani con il sapone tutte queste malattie sono scomparse“, dice Assanatou Traore, del villaggio di Banankoro, Mali.

“Quando [la pompa] si rompeva, il villaggio impiegava almeno due settimane per ripararlo. I volontari, incluso me stesso, sono stati addestrati ed equipaggiati con kit di riparazione e manutenzione. Grazie ad Islamic Relief, sono stato addestrato gratuitamente e mi guadagno da vivere usando le competenze che mi hanno insegnato “, dice Moussa Diarra, 45 anni, del villaggio di Banankoro, Mali.

“Recuperare l’acqua era molto difficile. Ho dei segni sulle mie spalle a causa del bastone che uso con i tagalas (due secchi da dieci litri) per portare più acqua che posso. Il punto d’acqua è ora vicino a casa mia in un buon posto. Sto riposando di più e sento meno dolore al petto da quando è stato aperto il nuovo punto d’acqua “, dice Saleye Soumana, 38 anni, madre di tre figli del villaggio di Harigana, Niger.

“L’acqua del pozzo era sporca e qualche volta conteneva insetti. Li abbiamo rimossi e abbiamo usato l’acqua. Ecco perché a volte abbiamo sofferto di mal di stomaco e i bambini di diarrea. Islamic Relief ci ha fornito acqua potabile da un pozzo trivellato, un serbatoio e pannelli solari. L’acqua è così pulita e gustosa “, dice Ramatou Yayé, 28 anni, una madre del villaggio di Harigana, Niger.

“Per fare il bucato andavo al fiume o al pozzo, che si trovava a 350 metri da casa mia. Ho acqua nelle vicinanze [ora] e i vestiti dei miei bambini sono sempre puliti. I bambini fanno regolarmente il bagno prima di andare a scuola. So come prevenire diverse malattie legate all’acqua e all’igiene“, ha detto Alimata Doumbia di Siramana, Mali.

“Le donne di Komitan Tomo non pensavano che quel giorno sarebbe arrivato, ma finalmente è arrivato. Abbiamo acqua potabile a 50 metri da casa e posso fare scorta in meno di dieci minuti. È la gioia della mia vita che l’acqua sia disponibile in ogni momento “, ha detto Natogoma Coulibaly, madre sessantaseienne di sei figli di Komitan Tomo, Mali.

Insieme, possiamo trasformare la vita di molte più persone, fornendo l’accesso all’acqua potabile. Supporta il nostro lavoro: fai una donazione oggi.