DARE IL PACCO NON E’ MAI STATO COSI’… SOLIDALE!

1.000 pacchi alimentari in 30 giorni. La sfida di Islamic Relief Italia.

Ramadan, solidarietà e Islamic Relief Italia. Gli ingredienti perfetti per una ricetta contro la povertà: il progetto “distribuzione pacchi alimentari”, per la prima volta sbarcato in Italia.

Dopo aver distribuito pacchi alimentari in più di 30 Paesi del mondo, quest’anno è la volta dell’Italia, primo Paese europeo per numero di cittadini in condizioni di deprivazione (Eurostat 2017).

Il progetto avrà luogo da metà maggio a metà giugno 2018, proprio in concomitanza con il sacro mese di Ramadan, periodo in cui tutti i musulmani del mondo, dal Marocco alla Malesia, dall’Oceania alle Americhe, digiuneranno dall’alba al tramonto e saranno impegnati in speciali momenti di raccoglimento spirituale.

Ma Ramadan non è solo spiritualità e astinenza, è anche concreta azione: aiutare il prossimo, le famiglie bisognose, i profughi, gli emarginati, gli ultimi. Proprio quello che Islamic Relief Italia (IRI) fa ormai da anni nei Paesi più poveri del mondo. Quest’anno, però, l’attenzione di IRI andrà alle persone bisognose qui in Italia.

Saranno circa un migliaio, infatti, i pacchi alimentari che verranno distribuiti in tutto il nord Italia. Conterranno per lo più alimenti base della cucina italiana e araba. Pasta, riso, olio, legumi, tonno, mais… insomma l’indispensabile per preparare il cosiddetto “iftar”, la rottura del digiuno che avviene subito dopo la preghiera del Maghreb (Tramonto).

Un gesto semplice ma importante che andrà a riempire il vuoto di una tavola non imbandita, e la solitudine di chi è in difficoltà: musulmani e non, giovani e meno giovani, famiglie ed individui soli, cittadini, migranti e profughi. Senza alcuna distinzione di etnia, religione o nazionalità.

Perchè quest’anno Islamic Relief Italia ha solo un obiettivo: “Questo Ramadan riempi il vuoto!”.