Ramadan: un aiuto per le famiglie rohingya a Cox’s Bazar, in Bangladesh

Dopo il conflitto scoppiato in Myanmar nel 2017, circa 745.000 uomini, donne e bambini Rohingya sono fuggiti nel vicino Bangladesh. Vivono nel campo profughi di Cox’s Bazar, e lottano per far fronte alla vita quotidiana con un reddito minimo o nullo.

Ed è per questo che il tuo sostegno è così cruciale per persone come Sufia. A 59 anni, vive nel campo profughi a Cox’s Bazar con i suoi due nipoti dopo essere fuggita dal Myanmar per salvarsi la vita.

Ramadan-Case-Study-Bangladesh-2

Sufia: si prende cura e si occupa dei suoi nipoti

Alhamdulillah Sufia e i suoi nipoti sono al sicuro in Bangladesh. Tuttavia, vivere in un campo profughi porta con sé delle sfide:

“Fin dall’inizio, ho avuto difficoltà a procurarmi del cibo e altri oggetti essenziali. Sono stata messo in un campo… e ora ricevo 30 kg di riso, lenticchie e olio come razione mensile dal Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite.
Questo soddisfa le nostre esigenze di base Tuttavia, abbiamo bisogno di altri beni aggiuntivi per il Ramadan e l’Eid.”

Da quando sono arrivati al campo, la famiglia lotta per trovare cibo a sufficienza da mangiare.
Vivono in una piccola stanza e condividono il bagno e l’acqua con altre famiglie Rohingya del campo. Non hanno privacy e i servizi sanitari nel campo sono minimi.

Ovviamente, durante il Ramadan, la famiglia era preoccupata per come avrebbero rotto il digiuno:

“Cerchiamo di preparare pasti regolari (iftar e suhoor) durante il Ramadan, ma abbiamo bisogno di ulteriore supporto per l’iftar, suhoor e l’Eid.
Siamo davvero preoccupati per la pandemia. Non c’è modo di guadagnare più soldi per acquistare altro cibo. Abbiamo bisogno di ulteriore supporto per il mese di Ramadan. Abbiamo cambiato le nostre abitudini alimentari e abbiamo iniziato a mangiare di meno. Durante il Ramadan, non possiamo mangiare come facevamo in Myanmar. Non possiamo permetterci di acquistare [gli articoli che vogliamo] dal mercato locale”.

Alhamdulillah, grazie al tuo sostegno, quest’anno Sufi e la sua famiglia hanno potuto beneficiare del pacco cibo durante il mese di Ramadan e non preoccuparsi di come riuscire a sfamarsi:

“Questo pacco alimentare di Ramadan ci sta aiutando a soddisfare i nostri bisogni. Siamo molto felici di ricevere questi articoli.
Alhamdulillah, abbiamo ricevuto un buon acquisto per il Ramadan e saremo in grado di gestire l’intero mese con questi articoli. Non dobbiamo preoccuparci del cibo e possiamo possiamo concentrarci di più sulle nostre preghiere.
Io e la mia comunità siamo felici di ricevere questi pacchi cibo. Sono un grande aiuto.”

Ogni pacco cibo conteneva alimenti essenziali come riso, olio, lenticchie, piselli, zucchero, datteri, pasta e carne, consentendo così a Sufia e alla sua famiglia di vivere al meglio il mese sacro.

Islamic Relief: una campagna globale per il Ramadan

Grazie per il vostro continuo supporto, avete aiutato Sufia e altre migliaia di persone come lei.

Durante il Ramadan 2021, infatti, le vostre generose donazioni ci hanno permesso di fornire supporto alimentare a oltre un milione di persone in oltre 30 paesi in tutto il mondo.

Il vostro supporto, come sempre, è un’ancora di salvezza.
Grazie.

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA