Il futuro delle donne tunisine, parte del progetto di Islamic Relief attraverso il quale hanno accesso ad un’entrata economica, è più radioso

Le donne nel governatorato sud-orientale di Tataouine faticano ad accedere alle stesse opportunità degli uomini: oltre il 24% delle donne della zona non sa leggere o scrivere e più del 50% è disoccupato.

Islamic Relief lavora per aiutare le donne della regione a raggiungere il loro potenziale e raggiungere l’autosufficienza economica.

Lavoriamo in coordinamento con le autorità governative per fornire sostegno economico, sociale e sanitario alle donne locali, abbiamo creato sei gruppi di donne e promosso la sensibilizzazione sui diritti sociali delle donne. 

85 donne hanno preso parte al progetto di Islamic Relief, e sono divise in tre gruppi specializzati nel settore dell’artigianato e altri tre incentrati sull’allevamento delle capre. 

Tutte le partecipanti hanno ricevuto una formazione professionale sul lavoro cooperativo, nonché sulla gestione finanziaria e amministrativa e sulla formazione tecnica. Inoltre, Islamic Relief ha supportato i gruppi con l’accesso ai luoghi di lavoro, ha fornito strumenti e materie prime. 

Le donne hanno assunto ruoli di leadership nell’organizzazione di giornate di formazione per sensibilizzare sui problemi di salute, diritti sociali, sicurezza e ambiente.

Sogni da condividere

Il gruppo di allevamento di capre “Al-Izdihar” a Kasr Hdadda è uno dei gruppi che hanno ottenuto importanti successi. Formato da 21 donne molto attive, il gruppo ha ricevuto 50 capre ad ottobre. Dividendosi in piccole squadre e organizzando turni e piani di lavoro chiari, il gruppo ha aumentato il numero di capre a 77 e il latte che producono è richiesto a livello locale.

“Apprezziamo il sostegno di Islamic Relief a questo gruppo”, ha affermato il leader del gruppo Salha Haddad, “Ringraziamo anche tutte le parti coinvolte e anche il gruppo di lavoro. Stiamo facendo del nostro meglio per avere successo e raggiungere i nostri obiettivi”.

Il gruppo prevede di raddoppiare il numero di capre che hanno, entro il prossimo anno e utilizzerà tecniche eco-compatibili per trasformare il letame di capra in fertilizzante da vendere.

“Prima, stavamo a casa tutti i giorni. Ora abbiamo sogni da condividere e azioni da intraprendere”, aggiunge Salha.

 

Creando mezzi di sussistenza e amicizie

Il secondo gruppo che abbiamo incontrato è Oasis a Tlalet e Kasr-Mrabtin. La dozzina di donne che compongono questo gruppo sono specializzate nella tessitura “Smara“, l’orgoglio della regione, poiché riflette l’omonima pianta locale. Il gruppo mira a svilupparsi ulteriormente per essere più competitivo sul mercato locale e nazionale.

Hanno lavorato su nuovi design e introdotto materiali come pelle e altri tessuti per creare oggetti creativi.

“Islamic Relief mi ha offerto l’opportunità di imparare questo mestiere ed essere produttiva”, racconta la leader del gruppo, Lamaa Arfa. “Ho bisogno di lavorare per crescere i miei figli poiché mio marito è venuto mancare”.

Le donne parte del gruppo, provengono da aree distanti decine di chilometri tra loro e questo ha un vantaggio, che le donne non si aspettavano, come ci spiega Lamaa: 

“Non è facile conoscere e fare amicizia con persone di altre zone rurali per la mancanza di opportunità e di interessi condivisi. Questo progetto crea l’ambiente per creare nuove amicizie e collaborazioni”.

Islamic Relief lavora in Tunisia dal 2011 e offre progetti di sviluppo che cambiano la vita a sostegno delle persone povere e vulnerabili in tutto il paese.

Dona ora e continua a sostenere i progetti di Islamic Relief nel mondo

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA