Umm Muhammad ci racconta la sua storia

Nove anni di guerra in Siria hanno lasciato molte famiglie con il solo vago ricordo del clima di Ramadan in cui vivevano prima dell’inizio del conflitto. Umm Muhammad ha voluto raccontarci la sua storia.

 

 

 

Um Muhammad è una madre di otto figli rimasta vedova. Non ha un reddito stabile su cui poter contare. Suo marito è morto e ora si prende cura dei suoi bambini da sola. La sua famiglia è stata costretta a fuggire ed oggi vive in una tenda in un campo profughi.

Da quando non ho più avuto denaro per comprare e conservare alimenti, quando i miei figli a volte mi chiedono del cibo e non posso offrirglielo, inizio a piangere.

Umm Muhammad non ha risorse o opportunità lavorative e non ha quindi la possibilità persino di nutrire i suoi figli. La sua sopravvivenza dipende in maniera completa dall’assistenza umanitaria che riceve. Il Ramadan non è più lo stesso ormai, come ci racconta Umm Muhammad:

Prima dell’inizio della guerra in Siria ci preparavamo per il Ramadan. Cucinavamo e ci riunivamo con le nostre famiglie con gioia per rompere il digiuno insieme. Ci manca questa sensazione. Ora la vita è più complicata. La maggior parte delle persone nelle nostre città sono dovute fuggire e ora vivono qui nei campi ai confini.

Sebbene abbia perso suo marito, la sua casa e la sensazione di sicurezza, continua ad accogliere con gioia il mese di Ramadan.

Siamo felici di accogliere il mese di Ramadan, E’ un mese sacro, in cui aumenta la misericordia di Allah.

Il pacco alimentare che riceve da Islamic Relief può coprire il fabbisogno della sua famiglia e la rende molto felice.

Ora posso cucinare piatti come ceci e  la zuppa di lenticchie per i miei figli. I miei figli adorano il riso.

Queste piccole benedizioni mandate dai donatori fanno la differenza per Umm Muhammad e per la sua famiglia, non dimenticarlo.

Quest’anno condividi il tuo Ramadan con gli orfani e le famiglie sfollate.

 

 

© Copyrights 2020 Islamic Relief Italy, Inc. All rights reserved. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA