1. Cosa distingue il nostro programma Qurbani dagli altri?

I nostri uffici sul campo nei Paesi in cui operiamo sono uno dei nostri maggiori punti di forza. Essere presenti sul terreno ci consente di avere una stretta vicinanza con le persone che serviamo.

Abbiamo personale dedicato impiegato in questi paesi, il che ci pone in una posizione unica. Il nostro staff ed i nostri volontari sono del posto, e questo ci permette una profonda comprensione delle esigenze dei nostri beneficiari, consentendoci di fornire loro il miglior supporto possibile. 

I nostri team sul campo conducono una valutazione completa delle esigenze in collaborazione con le parti interessate come i beneficiari, i leader della comunità e le autorità locali.  Questa valutazione aiuta a identificare e stabilire le priorità, gli individui o i gruppi più vulnerabili. Ci coordiniamo anche con altre organizzazioni coinvolte nella distribuzione di Adahi/Qurbani per evitare duplicazioni e garantire che i nostri interventi raggiungano le aree più remote.

Prima della macellazione, il nostro bestiame viene sottoposto a rigorose ispezioni per garantire il rispetto sia delle norme veterinarie che della Sharia. Queste ispezioni garantiscono che gli animali soddisfino i requisiti per essere considerati Adahi/Qurbani secondo i principi della Sharia e che la carne sia di ottima qualità e sicura per il consumo. 

Il nostro approccio per il progetto Qurbani è adattabile in base alle esigenze specifiche di ogni Paese. Diamo la priorità alla collaborazione con macelli regolamentati che rispettano i rigorosi standard di igiene, garantendo la freschezza e la sicurezza della carne. La carne viene trasportata in camion refrigerati per mantenere la catena del freddo fino a raggiungere i nostri beneficiari. In assenza di macelli regolamentati adottiamo un approccio guidato dalla comunità in cui volontari e macellai formati sono coinvolti sotto la stretta supervisione dello staff di Islamic Relief.

Per massimizzare l’impatto e raggiungere un maggior numero di famiglie, la nostra preferenza è quella di selezionare animali grandi per la Udhiya/Qurbani, tenendo conto della disponibilità in ciascun Paese. Questo approccio consente a più famiglie di ricevere pacchi di carne Adahi.

2. Che tipo di assistenza va nel nostro programma Qurbani?

Diamo la priorità all’adesione agli standard CHS e alla conformità alla Sharia, in tutto il processo del progetto. Il nostro obiettivo è garantire l’uso di bestiame di alta qualità adatto a questo atto religioso, con supervisione di medici veterinari, imam locali, Ministero degli Affari Religiosi, Ulama e altre autorità religiose. 

Manteniamo il benessere del bestiame e seguiamo rigorosamente le migliori pratiche e linee guida di conformità. Inoltre, conserviamo la carne in frigoriferi o la trasportiamo all’interno di veicoli refrigerati, nel rispetto delle normative locali in materia di igiene e sicurezza alimentare. Questo impegno garantisce che l’intero processo Qurbani sia condotto con cura e rispetto di standard religiosi e normativi.

3. Perché i nostri prezzi Qurbani sono più alti rispetto ad altre organizzazioni?

I prezzi Adahi/Qurbani di Islamic Relief possono essere leggermente superiori a quelli di altre organizzazioni, questo perché diamo priorità a fornire un servizio di alta qualità ai nostri beneficiari. Facciamo il possibile per acquistare animali sani che possano fornire più carne. Ad esempio, a Gaza, le vacche che acquistiamo hanno un peso medio di 480kg, superiore rispetto a quelle acquistate da altre organizzazioni.

Crediamo fermamente nell’investire nei vari componenti del progetto Adahi/Qurbani per garantire la sua efficacia. Ciò include lo svolgimento di valutazioni dei bisogni, la collaborazione con le autorità locali, l’approvvigionamento di bestiame e l’implementazione di un rigoroso processo di monitoraggio, valutazione, responsabilità, e processi di apprendimento (definito MEAL). 

Questi sforzi si riflettono nei nostri prezzi in quanto contribuiscono nel raggiungere i beneficiari più vulnerabili nella maniera più efficace possibile. Il nostro impegno è quello di servire i più bisognosi con dignità e rispetto, considerando anche la salvaguardia dell’ambiente.

Quando si tratta di pratiche di macellazione, ci assicuriamo che vengano condotte in siti adeguati con sistemi di drenaggio e smaltimento dei rifiuti, evitando il problema dell’abbandono rifiuti incustoditi.

4. Come garantiamo la conformità alla Sharia, la riduzione dello spreco e la consegna degli Adahi/Qurbani ai beneficiari?

Per garantire il rispetto dei principi della Sharia, ci avvaliamo di medici veterinari qualificati e di esperti della Sharia, inclusi gli imam, Ulama o funzionari del Ministero degli Affari Religiosi, che si occupano di ispezioni approfondite del bestiame e di supervisionare il processo di macellazione. 

Lo smaltimento dei rifiuti viene effettuato in modo responsabile, seguendo le normative locali. Nei Paesi dove vengono consumate tutte le parti dell’animale, i rifiuti sono ridotti al minimo. In altri Paesi, in cui vengono consumate solo parti specifiche, i materiali di scarto sono smaltiti presso il macello o interrati in siti di macellazione comunitari designati.

Per mantenere l’efficienza e rispettare le scadenze, monitoriamo attentamente il numero di Qurbani e le capacità di ciascun ufficio sul campo. Stabiliamo accordi contrattuali con i fornitori per poter rispondere a qualsiasi aumento inaspettato del numero di Adahi/Qurbani. 

Con oltre 38 anni di esperienza nell’implementazione del progetto Adahi/Qurbani, come Islamic Relief abbiamo coltivato solide relazioni con le comunità e i fornitori locali, permettendoci di implementare questo programma in maniera rapida ed efficiente.

Cogli i frutti dei giorni benedetti di Dhul Hijjah, dona la tua Udhiya/Qurbani

© Copyrights 2024 Islamic Relief Italy, Inc. Tutti i diritti riservati. 97325770150

DONAZIONE RAPIDA